Calasetta

La storia di Calasetta iniziò nel 1769, quando 38 famiglie di pescatori di corallo (poi di tonni), originarie di Pegli ma provenienti dall’isola tunisina di Tabarka, già fondatrici di Carloforte, chiesero al re Carlo Emanuele di Savoia di popolare anche la costa settentrionale dell’isola di sant’Antioco. I 130 coloni tabarchini si insediarono a Cala de Seda, di fronte all’isola disan Pietro, lungo le vie costiere di passaggio dei tonni, la cui pesca ha reso celebri Carloforte e Calasetta e contribuisce alle loro prelibatezze culinarie.  Le originarie caratteristiche tabarchine e liguri sono immutate e ne richiamano i colori tipiche  Calasetta è caratterizzata da bianco delle case, azzurro di cielo e mare e verde dei ginepri. La costa è bassa e sabbiosa a nord-est con tre meravigliosi arenili: spiaggia Grande, Sottotorre e Le Saline, le cui sabbie morbide si rigonfiano in dune contornate da uno stagno, oasi avifaunistica. Mentre a ovest, dominano scogliere a picco sul mare: risplendono la suggestiva  Mangiabarche, sorvegliata da un faro sullo scoglio di fronte, e la splendida Cala Lunga, un fiordo verde smeraldo che dal mare aperto conduce a una spiaggia riparata.

Isola Antica in cui spiccano le origini di un territorio ricco di storia per chi vorrà scoprire l’isola dalle domu de Janas di Tupei ai resti di nuraghi posti su bricchi (rilievi). Nelle campagne sono state scoperte incisioni rupestri di età fenicia, resti di un sarcofago (forse) punico e, di età romana, reperti in ossidiana e ruderi di un antico edificio. Nel Medioevo il territorio era frequentato dagli abitanti della vicina Sulki (attuale Sant’Antioco), colonia fenicia conquistata dai cartaginesi, .

La spiaggia di sottolatorre sarà la sede della segreteria e gare di Slalom , Formula Windsurfing e Raceboard.

Sa Barra

sede Tappa campionato Freestyle

Il Windsurfing Club Sa Barra  E’ dotato di zona parcheggio, bagni, doccia, wifi, prato, zona relax e rimessaggio materiale, tutto direttamente sullo spot.

E’ lo spot principale dell’isola, situato sulla laguna, esattamente nel canale sul lato nord.

Diventato in pochi anni la mecca del freestyle isolano, presenta una condizione perfetta per la pratica di questa disciplina con acqua choppata o piatta a seconda di cosa preferisce il windsurfista.

Lo spot è inoltre ideale per neofiti del windsurf e esperti, dal freestyler incallito al freerider o al praticante di slalom.

Sa Barra funziona bene con venti dai quadranti occidentali ed orientali creando quasi la medesima condizione ma su mure diverse.

Termico estivo direzione Nord-Ovest!

www.sabarra.it